quote vincente giro d'Italia

Quote vincente Giro d’Italia 2020: i favoriti per la corsa rosa

Con un calendario ciclistico fitto di impegni nei grandi appuntamenti stagionali ci possono essere delle sorprese: esempio è la corsa rosa con le quote vincente Giro d’Italia 2020 che considerano Vincenzo Nibali uno dei favoriti principali nonostante i suoi 35 anni. Il grande giro italiano è stato senza dubbio quello più penalizzato dal nuovo calendario stabilito dall’UCI: allo starter di Palermo in programma, Covid permettendo, il 3 ottobre saranno pochissimi i big e tanti i giovani desiderosi di mettersi in mostra. Prima di andare a vedere da vicino d approfondire i vari palinsesti vogliamo ricordarvi che in questo articolo faremo il punto della situazione sulle quote vincente Giro d’Italia 2020 prendendo in considerazione i mercati dei seguenti bookmaker: 

BookmakerBonusVisita
80 € senza deposito**VISITA
Fino a 305€* visita
Fino a 210€ *visita
Fino a 365€*visita
Fino a 315€*VISITA
Fino a 210€ *visita

*Si applicano Termini e Condizioni indicati nella pagina promozionale dei bookmaker – 18+

Quote vincente Giro d’Italia 2020: Carapaz è l’uomo da battere?

Ci aspetta una edizione anomala anche della corsa rosa, riprogrammata in fretta e furia con un nuovo start da Palermo sabato 3 ottobre e l’arrivo previsto per il 25 ottobre a Milano. Il nuovo percorso prevede 3 cronometro, 7 arrivi in salita con sei tappe di alta montagna. Le novità rispetto al tracciato iniziale sono le quattro tappe iniziali in Sicilia e gli arrivi di Matera (sesta frazione), e Roccaraso (traguardo in salita della decima tappa). Come detto inizialmente potrebbe essere il giro di Vincenzo Nibali, passato alla Trek Segafredo, già vincitore due volte del Giro e sul podio per ben undici volte tra Giro, Tour e Vuelta. L’uomo da battere resta comunque il venezuelano Richard Carapaz, campione in carica e passato quest’anno al Team Ineos. Il ciclista sudamericano dopo aver ribaltato le quote vincente Giro d’Italia della passata stagione vuole concedere il bis. Impresa che sembra impossibile, l’ultimo a riuscirsi è stato Eddy Merckx che vinse il giro per tre anni di fila (dal 1972 al 1974).

Tutti i favoriti Giro 2020

Con Aru destinato al Tour, sarà Vincenzo Nibali a difendere i colori azzurri sulle strade italiane, supportato dal giovane Giulio Ciccone che nella passata stagione si è messo in mostra sulle strade francesi. Ovviamente nella schiera di favoriti Giro d’Italia 2020 c’è Carapaz, che quest’anno può contare sull’aiuto del fortissimo Team Ineos. Rientra tra i favoriti Giro d’Italia 20 anche il classe 2000 Remco Evenepoel della Deceuninck, campione europeo a cronometro e vincitore della Classica di San Sebastian e di brevi corse a tappe come Giro del Belgio, Vuelta San Juan e Volta di Algarve: in una corsa a tappe così anomala potrebbe dire tranquillamente la sua. 

Oltre ai favoriti Giro 2020 ci sono anche i cosiddetti outsider: tra questi come non citare Fuglsang dell’Astana, alla sua seconda partecipazione alla corsa rosa. Infine, spazio anche i giovani: tra questi c’è assolutamente da tenere sott’occhio lo spagnolo Marc Soler, capitano della Movistar, reduce dalla vittoria alla Parigi Nizza 2018 e di un nono posto all’ultima Vuelta 2019. 

Quote vincente Giro d’Italia 2020
Favorito Giro
CARAPAZ @4 @3.5 @3.5
NIBALI @3.5 @3.5 @4
EVENEPOEL @5.5 @6 @6
FUGLSANG @7.5 @8 @8
SOLER @33 @31 @30
Per info VISITA VISITA VISITA

*Tutte le quote F1 Gp Austria 2020 presenti in tabella sono soggette a variazioni, per verificale aggiornate visitare il sito dei vari operator

Scommesse ciclismo 2020: i risultati della classiche più importanti

In questo spazio vogliamo farvi un riassunto dei vincitori della passata stagione. Per quanto riguarda i grandi Giri ci sono state due grandi sorprese in Italia e Francia. La maglia rosa è andata a Richard Carapaz mentre la maglia gialla è stata vinta dal colombiano Egan Bernal che ha approfittato dell’assenza di Froome, quest’ultimo pronto a dare battaglia secondo le nuove quote vincente Tour de France 2020. A spezzare il dominio sudamericano è stato Primoz Roglic che ha trionfato nelle strade della Spagna:

CorsaVincitore
Giro d'ItaliaCarapaz
Tour de FranceBernal
VueltaRoglic

Le classiche – come abbiamo visto nella panoramica dedicata alle scommesse ciclismo – sono le più importanti corse in linea di un giorno del calendario professionistico maschile (UCI World Tour). Nell’ultima stagione ci sono state delle sorprese, ad esempio alle Fiandre c’è stata la vittoria dell’azzurro Alberto Bettiol. Sicuramente un protagonista del 2020 sarà senza dubbio il belga Philippe Gilbert che vuole vincere la Milano-Sanremo per entrare nel ristrettissimo club di ciclisti che hanno vinto tutte le 5 classiche monumento. Di seguito i vincitori delle principali classiche dell’ultima stagione:

Vincente Liegi Bastogne Liegi 2019: domina Fuglsang

Il vincitore della 105a edizione della Liegi-Bastogne-Liegi, la classica monumento più antica, è Jakob Fuglsang. Il danese dell’Astana, arrivato 3° all’Amstel e 2° alla Freccia Vallone, conquista la sua prima Monumento della carriera (a 34 anni, 20 le vittorie complessive) al termine di una gara perfetta che gli ha permesso di arrivare al traguardo in solitaria. Al secondo posto, staccato di 29″, si è piazzato Davide Formolo, mentre Vincenzo Nibali ha chiuso ottavo nel gruppetto arrivato alle spalle dei primi due.

Gilbert domina nel Nord della Francia

È stato il belga Philippe Gilbert a staccare per primo il traguardo finale, fissato nel celeberrimo Velodromo di Roubaix, della 117ª edizione della Parigi-Roubaix, la terza classica monumento della stagione. Secondo nella corsa simbolo del pavé, andata in scena domenica 14 aprile, il tedesco Nils Politt. Il redivivo corridore belga, famoso per essere un fuoriclasse delle classiche sulle Ardenne, mette così un altro splendido tassello nella sua carriera fantastica. È uno dei nove capace di vincere quattro delle cinque classiche monumento. L’obiettivo è entrare nel ristretto club di vincitori di tutte le classiche monumento formato solo dai connazionali Eddy Merckx, Roger De Vlaeminck e Rik Van Looy.

 

Sorpresa Bettiol nelle Fiandre

La 103a edizione del Giro delle Fiandre, andata in scena domenica 7 Aprile, è stata vinta contro ogni pronostico dall’azzurro Alberto Bettiol dell’Education First. Al traguardo di Oudenaarde  il ciclista toscano, classe 1993, ci è arrivato da solo dopo il vincente attacco a 18 chilometri dall’arrivo, sul Vecchio Quaremont. L’Italia così torna a trionfare nella Ronde dopo il successo del 2007 di Alessandro Ballan: è l’11° successo azzurro nella storia del Fiandre. Di seguito l’arrivo in solitaria del giovane azzurro:

Condividi sui social:
Andrea Alampi

Sport, cinema, musica e scrittura le mie passioni principali. In Top10scommesse ho la possibilità di declinarle da un punto di vista intrigante e redditizio, quello delle scommesse.